Manuela Mandracchia

Curriculum

Manuela Mandracchia è un’attrice romana, classe 1970.

Dopo il diploma nel 1993 all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica, diventa presto una delle interpreti più affermate del teatro italiano. Già nel 1993 è notata dalla giuria del Premio Wanda Capodaglio che le conferisce il riconoscimento attribuito ai Migliori Allievi delle scuole di recitazione d’Italia.

Importante per la sua carriera teatrale è il sodalizio che la lega a Luca Ronconi per il quale recita ne “I due gemelli veneziani” di Carlo Goldoni, “Il candelaio” di Giordano Bruno, in “Lolita” da Nabokov, in “La vita è sogno” di Calderon de La Barca, ne “I fratelli Karamazov” da Dostojevski, accanto a Mariangela Melato in “Amor nello specchio”  di Giovan Battista Andreini (Premio Ubu 2003 come migliore attrice non protagonista) e nel “Il Panico” di Rafael Spregelburd.

Interprete di successo anche in alcuni spettacoli di Massimo Castri, Manuela è Mommina in “Questa sera si recita a soggetto di Luigi Pirandello (Premio UBU come Migliore Attrice Giovane) e Laura ne “Il padre di August Strindberg” (accanto a Umberto Orsini).

Tra gli altri spettacoli da lei interpretati, troviamo “L’ignorante e il folle” di Thomas Bernhard con la regia di Mauro Avogadro, e “Ritter, Dene, Voss” di Thomas Bernhard (accanto a Maria Paiato e Massimo Popolizio).

Nel 2006 con Sandra ToffolattiMariàngeles Torres ed Alvia Reale costituisce il gruppo MitiPretese con il quale crea e dirige e interpreta “Roma ore 11”, tratto da un’inchiesta di Elio Petri ( Premio ETI – Gli Olimpici del Teatro come miglior spettacolo d’innovazione del 2007)  e poi “Festa di famiglia” da Luigi Pirandello con la collaborazione alla drammaturgia di Andrea Camilleri, “Troiane”,  “ Credoinunsolodio” di S. Massini e “Sindrome Italiana” di L. Calamaro.

Tra il 2012 e il 2019 recita in: “Midsummer” di David Grieg, diretta da Gianpiero Borgia, “John Gabriel Borkman di Ibsen” per la regia di Piero Maccarinelli, “Hedda Gabler” per la regia di Antonio Calenda, ( Premio Le maschere miglior attrice ) “Le serve di Jean Genet” con Anna Bonaiuto e Vanessa Gravina, “Un mondo perfetto” di S. Pierattini con Paolo Giovannucci e “Mare Mater” per la regia di fabio Cocifoglia.

 

E’ una delle voci di Radio 3 per il programma AD ALTA VOCE.

 

La sua carriera nell’audiovisivo invece si sviluppa dal 2011, anno in cui recita nel film “Habemus Papam” di Nanni Moretti e nel film “Quando la notte” di Cristina Comencini.

 

Nel 2014 è nel cast del film “Bolgia Totale” di Matteo Scifoni, l’anno successivo ne “Il nome del figlio” di Francesca Archibugi e nel 2016 in “Fai bei sogni” di Marco Bellocchio. Nel 2017 è di nuovo al cinema con “Due uomini, quattro donne e una mucca depressa” di Anna Di Francisca.

 

Ultimamente ha recitato nel film “Famosa” diretta da Alessandra Mortelliti la cui uscita è prevista per la primavera del 2020. Nel ruolo di Tebe, una delle protagoniste, è invece nel cast di “Luna Nera”, serie diretta da Francesca Comencini, Susanna Nicchiarelli e Paola Livia Randi, che sarà trasmessa su Netflix dal 31 gennaio e del film “I predatori” diretto da Pietro Castellitto, in uscita in primavera; entrambi i progetti sono prodotti da Fandango.

 

SCARICA CURRICULUM SCARICA FOTO